Accogliamo la sfida!

Famiglia e nuovo umanesimo. La conquista della vulnerabilità

Famiglia e nuovo umanesimo. La conquista della vulnerabilità

2 aprile 2015

Nel presentare “Famiglia e nuovo umanesimo. La conquista della vulnerabilità” è doveroso esplicitare il contesto all’interno del quale si radica la riflessione del dott. Raffaele Sinno, intuibile per gli addetti ai lavori: Firenze 2015!

Il riferimento al 5° Convegno Ecclesiale Nazionale della Chiesa italiana, intitolato “In Gesù Cristo un nuovo umanesimo”, è fortemente voluto ed esplicitato fin dalla copertina di cui il titolo è parte integrante, insieme all’immagine che l’accompagna.

L’intenzione è quella di partecipare al dibattito, così come auspicato dalla traccia stessa in preparazione al convegno, in questo caso calando la riflessione su un ambiente ultimamente caratterizzato da un’evidente vulnerabilità: la famiglia. Prendendo atto, come Chiesa, dei ‹‹casi sempre più numerosi di famiglie rese fragili, spezzate e riaggregate con grande travaglio››, da figli di questa Madre si è pensato di scendere in campo e di apportare il proprio contributo, aiutando il dott. Sinno a lanciare la sua proposta: ripartire dalla vulnerabilità della famiglia per riscoprire in essa la chiave di svolta per un nuovo umanesimo radicato in Gesù Cristo.

Si è voluto sottolineare il legame, oltre che con il titolo, anche attraverso l’immagine in copertina, palesemente ispirata al logo di Firenze 2015.

Dalla cupola del Brunelleschi, stilizzata nel logo ufficiale attraverso un movimento che esprime il ritorno a Cristo per un nuovo umanesimo, partono delle frecce verso l’esterno, ad indicare una Chiesa in uscita, proiettata verso ambienti umani dai colori diversi. Nella nostra copertina abbiamo immaginato che queste strade arrivano anche alla famiglia, recuperandone la sua dimensione di casa-chiesa sicura, dove educare le nuove generazioni alla vita buona del Vangelo.

Una famiglia, sottolineiamo senza timore, per noi è vincente sul piano educativo se costituita attraverso l’incontro di un uomo e una donna che, sigillando con la croce il loro matrimonio, diventano di un solo colore, di “una sola carne” (Gen 2,24).

I figli, come ben sa chi condivide le origini partenopee del dott. Sinno, “so’ piezzi ‘e core”, pezzi di cuore rossi come il sangue che lega l’esistenza dell’autore e di ogni persona, per sempre, a mamma e papà!

 

È possibile acquistare Famiglia e nuovo umanesimo. La conquista della vulnerabilità tramite il portale di Passione Educativa, su qualsiasi spazio online dedicato e nelle migliori librerie.

Lascia un commento