Accogliamo la sfida!

Tutelare il patrimonio dall’indifferenza comune, un’ennesima sfida!

Tutelare il patrimonio dall’indifferenza comune, un’ennesima sfida!

12 dicembre 2017

di Antonella Palumbo -

È pensiero comune a tanti immaginare i beni archeologici abbandonati a se stessi da politici insensibili alla cultura a cielo aperto, e non solo.

Esempio clamoroso, l’incredibile crollo, lo scorso 11 dicembre 2017, di una parte del soffitto nella “stanze delle dame” della Reggia di Caserta.

Se si dovesse andare avanti così, il patrimonio culturale del nostro Paese rischia di essere perduto per sempre. Pezzi di storia che crollano insieme ad un potenziale bacino di turisti e quindi ad una possibilità di sviluppo concreto.

Proteggere i siti archeologici è un dovere morale e civile; educare e sensibilizzare i cittadini, e soprattutto i giovani, è responsabilità di tutti. Ne sono convinti al Fondo Ambiente Italiano (FAI), organizzazione impegnata a diffondere il rispetto per la storia, le tradizioni, l’immenso patrimonio artistico e naturale italiano.

È sul senso d’identità storica e sociale che bisogna lavorare per far sì che rinasca l’entusiasmo per il nostro glorioso passato, che ci ha lasciato simboli tanto amati nel resto del mondo e che dobbiamo tutelare.

Lascia un commento